Le migliori località per fare Surf in Costa Rica

04/05/2012

Non solo acque cristalline e spiagge poco affollate: il Costa Rica è famoso anche per le sue onde. Meta molto amata dai surfisti di tutto il mondo, soprattutto quelli che vogliono evitare il turismo sportivo di massa. Il Paese può vantare almeno 50 point break eccezionali, anche se non tutti sono facili da raggiungere.

Entrambi i versanti, quello Pacifico e quello Atlantico, possono fregiarsi di località leggendarie per il surf, ma hanno caratteristiche differenti. Sull’Oceano Atlantico, la stagione per praticare questo sport non è molto lunga, perché dipende dalle tempeste tropicali della costa messicana, che formano le onde alte e difficili da domare. Sulla Costa Pacifica, invece, è possibile surfare più a lungo su onde più docili e costanti; il periodo migliore va da aprile a ottobre.

Tra le tante destinazioni possibili, le più famose e frequentate sono Playa Grande, Witches Rock, Playa Hermosa, Salsa Brava e Pavones; quest’ultima è famosa per avere la seconda onda più lunga del Mondo (la prima è a Lima, in Perù). Non si può poi dimenticare di citare anche alcune località emergenti, come Playa Guiones, Jaco, Playa Santa Teresa, Playa Junquillal, Playa Avellana, Playa Negra, Playa Naranjo e Dominical, dove è possibile cavancare le onde insieme ai delfini.

Nella regione del Puntaneras, si trovano Jaco, una località tranquilla per surfare che alla mattina regala onde potenti e veloci grazie alla bassa marea, e Playa Hermosa, dove si svolgono i campionati di surf. Qui le correnti sono molto potenti e non c’è da stupirsi se solamente professionisti (o comunque surfisti molto esperti) sfidano l’oceano; le onde possono arrivare a 3-4 metri di altezza e non è raro che qualche intrepido esca dall’acqua con la tavola spezzata per la violenza dell’acqua.

Insieme a Pavones, una delle mete più belle e impegnative è Playa Santa Teresa (e Mal Pays, la località accanto). Le onde qui sono impetuose, e non è infatti facile raggiungere la line up al momento giusto. Un’ulteriore caratteristica di quest’area è la possibilità di incontrare squali tigre mentre si cavalcano le onde.

Per chi è alle prime armi, potrebbe dirigersi verso La Spiagita (vicino a Manuel Antonio), Cabuia (vicino a Santa Teresa) o Tamarindo, dove l’ingresso in acqua è più semplice e si può surfare con grandi soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *