ANIMALI TIPICI DELLA COSTA RICA

26/04/2018

Tantissime le cose interessanti da visitare, in una fantastica vacanza in Costa Rica, ma la cosa che da emozioni uniche, è il vedere tantissimi animali selvatici nel loro ambiente naturale, liberi di farsi ammirare nel loro splendore.

Questo piccolo paese dell’America centrale ha fatto, è sta facendo, un grande lavoro per la protezione degli Animali tipici della Costa Rica, per permettere a tutti gli animali sulla terra, in mare e in aria di poter vivere liberi e sereni nel loro habitat.

LE TARTARUGHE MARINE

Da febbraio a ottobre si può assistere alla nidificazione delle Tartarughe, sia sul versante Pacifico sia sul versante caraibico della Costa Rica.

Questo fenomeno è qualcosa di talmente magico che sicuramente varrà la pena alzarsi nel bel mezzo della notte per assistere al miracolo della nascita

LE BALENE

La Costa Rica è un posto di rilevanza per vedere le balene, perché è un punto strategico nei percorsi nord-sud di varie specie di balene.Si potrà assistere a questo evento tra luglio e marzo. La costa del Pacifico centrale è anche il luogo in cui molti tipi di balene danno alla luce il loro figlio.

Il whale watching (in italiano osservazione delle balene) è l’attività di osservazione dei cetacei nel loro ambiente naturale. Un grande spettacolo della natura nel mare di Uvita, in Costa Rica, con il Festival delle balene e dei delfini.

Ormai arrivato a diverse edizioni, l’evento si svolge sulla costa che si affaccia sul Pacifico, e coincide con l’annuale migrazione delle balene megattere; sono cetacei che possono raggiungere 16 metri di lunghezza e ben 30mila chili di peso.

I DELFINI

L’oceano Pacifico è noto per gli avvistamenti di delfini, e la Costa Rica, ovviamente, non fa eccezione, è possibile visualizzare uno o più dei seguenti tipi, Bottlenose, Spinner, e Stripped per citarne alcuni, durante una piacevole gita in barca.

I BRADIPI

Queste creature interessanti, noti per i loro movimenti lenti, sono ormai diventati simbolo della Costa Rica.

Trascorrono la maggior parte del loro tempo a dormire sugli alberi, spesso a testa in giù, non è raro vederli e di sicuro non ci sarà la probabilità che scappino in fretta nel vedervi arrivare.

bradipi sono animali che fanno parte della famiglia degli sdentati, così come i formichieri e gli armadilli, anche se in realtà i denti ce li hanno. Sono conosciuti ai più per l’incredibile lentezza: state certi una foto di un bradipo non sarà mai mossa

I bradipi vivono nelle foreste pluviali del centro e sud America tra cui la Costa Rica, in un habitat naturale dove riescono a mimetizzarsi grazie ai riflessi verdi del loro mantello. Tra i peli di colore grigio dei bradipi nascono perfino muffe, alghe e funghi.

Nei parchi naturali con le guide si ha la possibilità di scoprire delle curiosità che poche persone conoscono su questi fantastici animali  

 Non soffrono di insonnia

I bradipi possono passare anche tutta la vita su di un albero e riescono a dormire anche 18 ore al giorno. Basta solo che una volta la settimana abbiano da mangiare.

 Digeriscono in un mese

I bradipi mangiano foglie eppure anche la loro digestione è lentissima: possono   metterci anche un mese

Non bevono

I bradipi non bevono mai, l liquido necessario alla sopravvivenza lo trovano, sotto forma di gocce di rugiada, nelle foglie che mangiano.

Quando si innamora emette suoni

I bradipi sono animali lenti e calmi, mostrano un po’ di vita (ma non troppa) quando si innamorano. Si avvicinano alla fortunata ed emettono suoni deboli d’amore.

Dorme sempre allo stesso modo

Il bradipo vive infatti appeso ai rami con il dorso girato verso il basso. È difficile che cambi posizione.

Mangia foglie ma non solo

I bradipi si nutrono di foglie, germogli e ramoscelli di alcuni alberi della foresta, in particolare del Cecropia, pianta a cui sono particolarmente affezionati i bradipi tridattili.

Scendono dagli alberi in casi eccezionali

Sanno nuotare

I bradipi, lenti sulla terra, sono invece ottimi nuotatori.

I nuovi nati

I piccoli nascono dopo una gestazione di 5-6 mesi, alla nascita pesano circa 250 grammi e si attaccano immediatamente all’addome della mamma con il oro artigli. Vengono allattati per un mese e rimangono con la madre altri 5 mesi e apprendono le tecniche per procurarsi il cibo.

La riproduzione

La femmina del bradipo partorisce un solo cucciolo per volta, quindi all’incirca uno all’anno.

Sono animali solitari

Tranne nel periodo della riproduzione, la vita del bradipo avviene per lo più in solitaria, lontano dai suoi simili e appeso su un albero.

Sono parenti di armadilli e formichieri

I bradipi hanno alcuni parenti sorprendenti anche se non si somigliano per niente: armadilli e formichieri.

Dormono anche ad occhi aperti

I bradipi possono dormire con gli occhi aperti oppure in maniera classica. Nel primo caso pur dormendo si difendono dai predatori.

La temperatura corporea

È di circa 30 gradi, alcuni biologi sostengono che la bassa temperatura del corpo è dovuta alla dieta di foglie, che richiedono un forte dispendio di energia per la digestione.

 

LE  SCIMMIE

Nei nostri viaggi abbiamo incontrato tantissime scimmie e le abbiamo fotografate in varie situazioni come mostrato le immagini. In Costa Rica sono rispettate e protette. In certi luoghi maggiormente battuti dal turismo vengono sistemate passerelle sospese in alto, che permettono alle scimmie di attraversare le strade trafficate e passare da un lato all’altro della foresta, senza pericoli. Le diverse specie che vivono in Costa Rica sono le scimmie Ragno, le Urlatrici, le Cappuccine e le Scimmie Scoiattolo.

Durante le escursioni nelle foreste e lungo i canali, è capitato spesso di incontrare una madre con il piccolo aggrappato al grembo, trasportato comodamente da un ramo all’altro alla continua ricerca di cibo, come noci, frutta, foglie, uova di uccelli e ragni.

La Costa Rica è la patria di quattro specie diverse di scimmie, Squirrel, Cappuccini, urlatrice, e Spider.

Sarà fantastico e divertente vedere questi animali giocosi oscillare dagli alberi, questi avvistamenti sono spesso il punto culminante dei soggiorni di molte persone in Costa Rica, soprattutto a causa dell’emozione di vederli nel loro ambiente naturale.

Ci sono più di mille tipi diversi di farfalla in Costa Rica, alcune talmente colorate che non sembreranno nemmeno vere.

La scimmia urlatrice, dalle grandi capacità vocali è la più grande dell’America Centrale e Meridionale. Le sue strilla gutturali, all’alba o al tramonto, si sentono fino a cinque chilometri di distanza. I maschi posseggono una grande gola con la laringe ingrossata a forma di conchiglia che permette di amplificare l’urlo. E’ un richiamo molto forte che lancia un messaggio inequivocabile di proprietà territoriale.
Notevolmente più massicce delle scimmie ragno, anche le urlatrici posseggono una coda prensile, molto utile poiché sono animali che raramente scendono a terra, preferendo restare sui rami dove trovano le foglie necessarie alla loro dieta alimentare

LE RANE

Ci sono molte rane luminose e colorate in tutta la Costa Rica. Tuttavia, queste piccoli anfibi delicati, sono un altro lato molto colorato della splendida Costa Rica.

GRANDE VARIETÀ DI UCCELLI

Si ritiene ci siano talmente tante specie di uccelli in Costa Rica, da farla diventare una destinazione privilegiata per il bird-watching.

I turisti rimangono esterrefatti nel vedere uccelli colorati, come pappagalli e tucani o elegantissimi come il Quetzal, insomma c’è né per tutti gusti.

I  COATI

Questi sono anche conosciuti come mapache in Costa Rica, e procioni per il mondo.

Questi animali sono molto cordiali, anche se, naturalmente, non possiamo dimenticare che sono animali selvatici, e quindi è sempre bene mantenere una certa distanza.

Si puó incontrare sia a terra che sugli alberi. Onnivoro, grande scavatore e arrampicatore, si nutre anche di ragni e serpenti che uccide con abilitá degna di una mangusta. Gregario in giovane etá, secondo alcuni zoologi porta la coda eretta per segnalare la sua presenza al resto della famiglia. Una volta adulto tende a diventare un solitario.
Lo psichismo del coatí é decisamente elevato e molti indigeni e meticci lo catturano da giovane per farne una mascotte; se trattato bene diventa un compagno gradevolissimo, divertente e anche prezioso per la sua abitudine ad attaccare e uccidere animali pericolosi. La specie non é in pericolo né minacciata, ma indubbiamente l’intervento abbastanza deciso della maggior parte dei governi centroamericani sulla sua detenzione illegale ha evitato che potesse trovarsi in problemi.

Sarà simpatico, riuscire a conquistare la loro fiducia, e dargli da bere e da mangiare.

Gli animali tipici della Costa Rica, sono veramente tantissimi, e sarà uno spettacolo scoprirli nella vostra indimenticabile vacanza, nel luogo in cui anche da madre natura a scelto di vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *