LE BANANE DELLA COSTA RICA

23/03/2017

L’ESPORTAZIONE DELLE BANANE

l valore delle esportazioni di banane costaricane ha raggiunto un record storico con 986 milioni di dollari e una produttività che è aumentata da 2.339 a 2.800 cartoni per ettaro all’anno. La coltivazione delle banane si concentra nei cantoni di Sarapiquí, Pococí Siquirres, Guácimo, Matina, Limón e Talamanca sulla costa caraibica e a Parrita, Corredores e Palmar Sur nella costa pacifica. Il settore fornisce impiego diretto a circa 43mila braccianti.

In Costa Rica le esportazioni di banane hanno raggiunto livelli record l’anno scorso, sia in termini di volume che di valore, aiutate dal clima e da una serie di misure adottate dai produttori di banane.

Ovviamente, non è solo un discorso di quantità, ciò che rendono le banane della Costa Rica, le migliori al mondo, ma è l’importante etichetta conferitagli, che permette di riconoscere sia prodotti di qualità che i metodi di produzione sostenibili, concessagli dall’Unione europea solo alle banane “Indicazione Geografica (IG)” della nazione stato.

Secondo Jorge Sauma, il direttore generale della National Banana Corporation:

“Si prevede che l’etichetta Indicazione Geografica della Costa Rica sarà uno strumento per aiutare a migliorare la nostra competitività, per cercare di aiutare il consumatore a capire gli sforzi sociali e ambientali che il settore delle banane ha fatto su scala nazionale.

 

 PRODUZIONE POSITIVA PER LE BANANE DELLA COSTA RICA

La produzione di banane della Costa Rica è stata abbastanza buona grazie alle migliori condizioni meteorologiche rispetto ai 12 mesi precedenti e all’aumento della domanda. A dichiararlo Grettel Zahner dell’azienda costaricana Sura Green, che produce banane dal 1988. L’azienda possiede tre piantagioni nell’area atlantica della Costa Rica. In un primo momento, ha venduto a imprese transnazionali.

“Cinque anni fa, abbiamo iniziato a partecipare a fiere internazionali come Fruit Logistica, PMA o manifestazioni in Costa Rica attraverso PROCOMER, al fine di diversificare il mercato e annoverare altri clienti”. La società ha quindi cominciato la sua attività con la catena statunitense Walmart, che da tre anni vende direttamente l’80% della sua produzione. Il volume restante è destinato ad altri clienti internazionali: diversi mercati in Europa, nei Caraibi, e in Cina.

Sura Green offre due linee, Rana Banana e Iguana Banana, costituite entrambe da frutti di varietà Cavendish. Il volume principale di produzione è rappresentato dal marchio Rana Banana, classificato come linea premium, che si differenzia dal prodotto Iguana Banana per lunghezza e spessore del frutto. L’azienda conta un totale di 1.120 ettari, di cui 700 ettari in produzione e 180 ettari di foresta, con funzione di dissipatore di anidride carbonica. Alcuni dei principali concorrenti della Costa Rica, nello specifico come la Colombia e l’Ecuador, hanno avuto problemi legati al clima, favorendo la nazione. “Cerchiamo ha concluso Zahner, di collocare i nostri frutti nei supermercati in maniera diretta, in catene che valorizzino i nostri sforzi in termini di qualità, produzione e rispetto dell’ambiente”.

 

DESCRIZIONE DEL FRUTTO

La parola banana deriva dall’arabo e significa “dito”: il banano tecnicamente è una pianta erbacea, ma ha l’aspetto di un albero, con gambi alti fino a 8 m e foglie lunghe fino a 3 m. Si tratta infatti di una pianta perenne e sempreverde. Il fusto di questa pianta, chiamato stipite, è costituito da foglie basali che si aprono a grande lamina e con nervatura centrale robusta ed evidente; le foglie sono anche caratterizzate da nervature secondarie parallele. In cima allo stipite, si apre, a forma di corona, un ciuffo di foglie enormi, lunghe oltre due metri e larghe fino ad un metro, dal quale, dopo circa due anni, spuntano i fiori di banana, color bianco-giallognoli, che sbocciano in giugno-luglio, protetti da brattee (foglie avvolgenti) violacee.

In seguito appaiono i frutti (capsule verdi), le cosiddette banane, che crescono in gruppi detti “mani”, disposti a grappolo reclinato, detto “casco”. Il casco può superare il metro di lunghezza: esso può contenere anche più di 200 frutti e pesare oltre 25 chili; il casco di banane deperisce dopo aver fruttificato, ma, dal rizoma sotterraneo perenne, ne nascerà successivamente un altro. La pianta di banana può raggiungere, soprattutto in natura, un’altezza di circa nove o dieci metri, mentre le piante coltivate non superano solitamente i tre metri.

 

La pianta di banana necessita di un’esposizione in pieno sole o leggermente ombreggiata; la temperatura minima non dovrebbe pertanto scendere sotto i dieci gradi, a pena della perdita delle foglie: è per questo motivo che i paesi produttori di banane nel mondo sono tutti extra Europei. La pianta di banana è pertanto adatta a vivere in climi miti, caldi e umidi, protetta dai venti, con pieno sole o in leggera ombra, ed i suoi frutti, le banane appunto, sono presenti sui mercati ortofrutticoli internazionali tutto l’anno.

Le banane vengono sempre raccolte acerbe nelle zone di produzione e, dopo il trasporto effettuato attraverso navi denominate «bananiere», vengono fatte maturare in magazzini riscaldati mediante etilene, un gas naturale.

Le banane, maturate sull’albero e raccolte per il consumo nelle zone di produzione, hanno un sapore più delicato e intenso rispetto ai frutti che si acquistano nei mercati ortofrutticoli europei.

Le diverse tipologie di banana differiscono per dimensione, sapore e struttura della polpa, che può essere più o meno soda. Ci sono parecchie specie di banane, di cui le più note sono la banana Cavendish, la banana Musa acuminata e la banana Musa paradisiaca, risultante da un incrocio.  Oltre a queste specie di banane prodotte e commercializzate sul mercato ortofrutticolo, se ne aggiunge un’altra, denominata platano o plantano: essa è una pianta erbacea gigante affine al banano. Il frutto del platano è di forma simile alla banana, ma di dimensioni maggiori (fino a circa 40 cm), di colore verde intenso, ed è dotato di una buccia più spessa e dura: la sua polpa è tossica se consumata cruda e non in condizioni di avanzata maturazione, mentre, se cotta o bollita, può essere cucinata in moltissimi modi, per esempio in forma di purea o come verdura.

Tipico piatto locale di platano fritto

PROPRIETÀ DEL FRUTTO

 Le banane contengono melatonina, un ormone del corpo che durante la notte aiuta dormire. Quindi per poter migliorare il sonno basta semplicemente aumentare le dosi di melatonina, e la banana frutto magico, può aumentare i livelli di melatonina del 180%, e di sicuro una mela il giorno toglie il medico di torno, ma una banana di notte vi permetterà di fare sogni fantastici, riposando bene. Le banane sono pieni di sostanze nutritive che aiutano a regolare le emozioni, hanno, infatti, alto contenuto di ferro che rafforza le cellule del sangue aiuterà a proteggerci contro l’anemia, anche perché in una condizione in cui è basso contenuto di ferro, si ha una stanchezza cronica e di si rischia la depressione.

Le banane sono tra i frutti più consumati nel mondo. Dal punto di vista nutrizionale sono una buona fonte di potassio, di magnesio. Il nostro organismo sfrutta queste sostanze per mantenersi in salute.

Non tutti sanno che le banane sono anche ricche di antiossidanti, che aiutano a proteggere il nostro organismo dall’azione dei radicali liberi.

 

1) Aumentano il senso di sazietà

Una banana di medie dimensioni contiene 110 calorie e fornisce 30 grammi di carboidrati e 3 grammi di fibre. Le banane contengono fibre vegetali speciali che ci aiutano a mantenerci sazi più a lungo. Scegliendo una banana per la merenda non corriamo il rischio di orientarci verso i classici prodotti confezionati. Le banane vengono considerate  uno spuntino utile per gli sportivi, da assumere 1 ora prima dell’allenamento.

2) Sono benefiche per il cuore

Le banane sono un toccasana per il cuore. Sono ricche di potassio, un minerale che contribuisce a mantenere regolare il battito cardiaco. Inoltre l’elevato contenuto di potassio delle banane e il loro ridotto apporto di sodio e proteggono il sistema cardiovascolare dall’ipertensione.

3) Riducono lo stress

Le banane possono essere utili per ritrovare il buonumore e ridurre lo stress grazie al loro importante contenuto di triptofano, una sostanza che il nostro corpo converte in serotonina. La serotonina è un neurotrasmettitore che ci aiuta a risollevare il nostro stato d’animo, secondo Laura Flores, nutrizionista di San Diego. Inoltre la vitamina B6 presente nelle banane aiuta a dormire meglio e il magnesio contribuisce a rilassare i muscoli.

4) Proteggono la vista

Anche le banane, come le carote, giocano un ruolo importante nel proteggere la vista. Infatti le banane contengono vitamina A, una sostanza essenziale per gli occhi, per mantenere la normale capacità visiva e per migliorare la visione notturna, secondo il National Institute of Health. La vitamina A aiuta a preservare le membrane oculari e la cornea.

5) Rafforzano le ossa

Le banane non sono una delle maggiori fonti di calcio ma risultano comunque utili per mantenere le ossa forti.

6) Proteggono lo stomaco

Mangiare banane regolarmente potrebbe proteggere lo stomaco. Le sostanze nutritive presenti nelle banane sembrano creare una barriera protettiva nello stomaco contro l’azione eccessiva dei succhi gastrici rispetto alle pareti di questo organo.

7) Forniscono molta energia

Le banane vengono considerate un cibo perfetto per gli atleti. Le banane vengono consigliate agli atleti perché forniscono ai muscoli i carboidrati di cui hanno bisogno e perché il loro contenuto di antiossidanti aiuta nel recupero.

8) Sono una fonte di vitamina C

Quando pensiamo alla vitamina C ci vengono subito in mente arance e fragole, ma anche le banane sono una fonte di questa vitamina. Una normale porzione di banane contiene il 15% dell’apporto giornaliero consigliato per la vitamina C. La vitamina C combatte i radicali liberi e aiuta a prevenire l’infiammazione.

9) Migliorano la concentrazione

Elevati livelli di potassio avrebbero aiutato gli studenti a imparare, memorizzare meglio e ad avere una maggiore attenzione in classe. Agli studenti era stato richiesto di mangiare banane a colazione, come spuntino di metà mattina e per pranzo.

Ora, capito perché i costaricani sono uno dei popoli più longevi del mondo, non rimane che mangiare un’ottima banana, e la giornata sarà migliore!

 

Una replica a “LE BANANE DELLA COSTA RICA”

  1. Theodora ha detto:

    Eccezionale, ecco le vere banane fanno bene per migliorare la salute, basta mangiarne qualcuna al giorno per essere protagonista !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *