L’OMS e il Costa Rica hanno presentato l’anteprima di una piattaforma tecnologica di condivisione dei brevetti per garantire l’accesso ai prodotti sanitari contro il COVID-19

20/05/2020
Presidente del Costa Rica Carlos Alvarado Quesada

Presidente del Costa Rica Carlos Alvarado Quesada

Il presidente della Repubblica del Costa Rica, Carlos Alvarado Quesada, e il presidente della Repubblica del Cile, Sebastián Piñera, si sono uniti oggi al direttore generale dell’OMS, il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, annunciare gli ultimi progressi nel progetto della piattaforma tecnologica per facilitare l’accesso a vaccini, farmaci e altri prodotti sanitari efficaci contro COVID-19.

Il Costa Rica aveva proposto l’idea all’inizio dell’epidemia di COVID-19 e diversi paesi stanno supportando il progetto.

Il nostro progetto si basa sulla solidarietà“, ha affermato il Presidente del Costa Rica. “È un invito alla solidarietà rivolto agli Stati membri, al mondo accademico, alle imprese, agli istituti di ricerca e alle organizzazioni di cooperazione, basato sulla responsabilità sociale globale e sul volontariato, per la concessione di licenze volontari non esclusivi su larga scala in tutto il mondo.

Dobbiamo sfruttare appieno il potenziale della scienza, senza riserve e senza restrizioni, per rendere disponibili innovazioni che possono essere ridimensionate su larga scala, utilizzabili e che vadano a beneficio di tutti, ovunque e allo stesso tempo”, ha affermato il direttore generale dell’OMS. “I modelli classici dell’economia di mercato non funzioneranno nella scala necessaria per coprire l’intero pianeta. La solidarietà all’interno dei paesi e tra i paesi e il settore privato è fondamentale se vogliamo superare questi tempi difficili.

Come la maggior parte dei paesi della comunità internazionale, il Cile ritiene che solo la cooperazione internazionale consentirà di emergere vittoriosi dalla crisi COVID-19“, ha affermato l’ambasciatore Cristian Streeter, direttore per la politica multilaterale presso il ministero degli Affari esteri, parlando a nome del presidente cileno.

La piattaforma centralizzerà i dati, le conoscenze e la proprietà intellettuale relativi a prodotti sanitari esistenti o nuovi rispetto a COVID-19 per rendere i “beni sanitari pubblici globali” disponibili a tutti in tutti i paesi. Grazie allo scambio illimitato di conoscenze e dati scientifici, molte aziende saranno in grado di accedere alle informazioni di cui hanno bisogno per produrre le tecnologie mirate, che saranno quindi più ampiamente disponibili in tutto il mondo, meno costose e più accessibili.

L’OMS e il Costa Rica lanceranno ufficialmente la piattaforma il 29 maggio. In quel giorno, sul sito Web dell’OMS verrà pubblicato un invito alla solidarietà in modo che governi, donatori, istituti di ricerca e sviluppo e aziende possano fornire supporto.

La solidarietà di tutti gli Stati membri dell’OMS sarà cruciale se la piattaforma tecnologica contribuirà a garantire un accesso equo ai prodotti sanitari contro COVID-19.


Fonti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *