La natura vista dall’alto: il Canopy tour

13/01/2012

Una delle escursioni più eccitanti per visitare i parchi naturali della Costa Rica è il Canopy tour. Monteverde e Arenal sono tra le mete più gettonate per praticare questo sport, che permette letteralmente di cambiare prospettiva.  Ma vediamo in cosa consiste.

Data la grande ricchezza di rilievi e di splendide aree verdi, il Costa Rica è perfetto per accogliere questi percorsi aerei. L’esperienza che offrono al visitatore è a metà tra lo sport estremo e l’escursione naturalistica. Armati di caschetto, guanti e imbracatura, turisti e guide si lanciano da una banchina all’altra appesi a funi, scivolando in velocità su boschi, cascate e radure.

Alle discese appese, che possono arrivare anche a 130 metri d’altezza, si alternano passeggiate su passerelle panoramiche, per ammirare la meraviglia che si staglia intorno. Un modo sorprendente per osservare da vicino la vegetazione e i suoi abitanti. Non è infatti difficile incontrare variopinti tucani, bradipi adagiati sugli alberi e scimmie.

I percorsi sono un’esperienza molto emozionante. Per partecipare a queste escursioni sarebbe meglio avere una discreta preparazione fisica, perché possono durare anche 2-3 ore e sono quindi piuttosto impegnative.

Se il Canopy tour ti incuriosisce, guarda l’esperienza di questi turisti americani sulle Zip lines del Vulcano Arenal:

3 risposte a “La natura vista dall’alto: il Canopy tour”

  1. fausto stacchezzini ha detto:

    con dei turisti cosi si mettono a dura prova le corde!!ma cosa mangiano questi americani?

  2. aurora ha detto:

    ma lasciateci camminare nella natura!! c’è proprio bisogno di costruire dei ponteggi di ferro (con basi di cemento suppongo!!) e rovinare metri quadri e metri quadri di natura????????????

  3. Ezio ha detto:

    Io ho iniziato da poco un corso di parapendio e devo dire che dopo solo 4 voli da solista ne sono molto entusiasta. Il canopy tour trovo sia molto eccitante e se un giorno viaggiando per il mondo mi ritrovo in Costa Rica potete giurarci che un’esperienza simile non me la faccio scappare. I miei complimenti a chi lo ha inventato.
    P.S. per Aurora : certe volte camminare nella natura non rende le stesse emozioni che regala il volo….e poi, la natura capisce e ci perdona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *